giovedì 23 novembre 2017

I tesori dell'antica Pompei in mostra all’Antiquarium

Questa interessante e particolare mostra che si terrà, all'Antiquarium di Pompei, fino al 31 marzo 2018 è intitolata Tesori sotto i lapilli. Arredi, affreschi e gioielli dall’Insula Occidentalis.

Durante la visita si potranno vedere
affreschi, vari


oggetti, reperti come i calchi
che riproducono dei corpi morti sotto i lapilli.
Questi importanti reperti provengono da una delle case più note
del grandioso complesso delle ville urbane dell’Insula, la Casa del Bracciale d’Oro.
Il nome della casa prende il nome dallo straordinario ritrovamento di un bracciale d’oro dell’eccezionale peso di seicentodieci grammi.

Il bracciale è composto da un laccio che termina con due teste di serpente, gli occhi sono rappresentati con pietre preziose che reggono con la bocca una medaglia con la rappresentazione di Selene. 
Per visitare la mostra che permette di conoscere il lusso e la bellezza delle case dei tempi passati si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari e quant’altro concerne la visita.



mercoledì 22 novembre 2017

Un week end a Parma

La città di Parma
offre al visitatore un itinerario di arte sia nei musei che nelle chiese, nei palazzi nel centro storico.
Una visita particolare da fare con calma è al Palazzo della Pilotta
dove si trovano i musei della città che sono:
La Galleria
Nazionale, il Museo Archeologico
Nazionale, la Biblioteca
Palatina e il Museo
Bodoniano.
Da visitare anche la Pinacoteca
Stuard, il Museo Glauco Lombardi che conserva testimonianze storiche e artistiche
su Maria Luigia d’Asburgo  oltre a numerose opere e documenti relativi
al Ducato di Parma nei secoli XVIII e XIX.
Il Museo Bocchi con testimonianze dell'attività artistica 
di Parma dal XVII al XX secolo, il Museo Carlo Mattioli
per conoscere le sue opere.
Per una piacevole passeggiata nel verde c’è il Palazzo
con il parco ducale


con statue, il Palazzetto Eucherio Sanvitale
dove si svolgono mostre, il laghetto con la Fontana Trianon
ispirata alle famose fontane di Versailles, anche in autunno si può passeggiare nel parco dove la natura
si mostra nei spettacolari colori.
Tra i molti luoghi da visitare c’è la Cattedrale di Santa Maria Assunta
e il Battistero, nell’interno della cattedrale c’è anche il magnifico e grande affresco con episodi della vita di Cristo
e da episodi del Vecchio testamento.
L’Abbazia
di San Giovanni con l’antica
spezieria, il Palazzo
del Governatore, Palazzo Rangoni
Farnese mentre per i bambini c’è il Castello dei Burattini
con  una delle più importanti raccolte italiane
del teatro dei burattini.




martedì 21 novembre 2017

Una passeggiata insolita tra le curiosità di Venezia

La città ha vari luoghi, poco conosciuti ma molto interessanti da vedere passeggiando oltre i soliti itinerari turistici. La passeggiata che vi propongo, vi farà vedere e conoscere alcune curiosità su questa meravigliosa città italiana.
Nel sestiere di Dorsoduro si trova Lo Squero
di San Trovaso e lo Squero Tramontin
dove vengono costruite a mano le gondole. 
Il giardino mistico dei frati carmelitani,
nei pressi della stazione di santa Lucia, con sette aiuole, si coltiva la melissa,
la vite, le erbe officinali.
Nel sestiere di Cannaregio si trova Corte seconda del milion 
che conserva degli elementi architettonici tipici del periodo veneto-bizantino dei secoli XI e XII.
il nome "Milion" deriva dal Milione di Marco Polo.
La calle più stretta della città è larga 65 centimetri 
ed è la Calle Stretta che congiunge il Campiello Albrizzi al Sottoportico della Furatola, nel sestiere di Santa Croce.
Nel sestiere di Castello, vicino piazza san Marco c’è una particolare libreria
la Libreria Acqua Alta, qui i libri sono collocati
anche in modo fantasioso in contenitori
particolari.
Andando sull’isola di San Giorgio Maggiore si troverà Il giardino-labirinto, 
realizzato dall’architetto Randoll Coate, dedicato a Jorge Luis Borges e al suo racconto Il giardino dei sentieri che si biforcano.


lunedì 20 novembre 2017

Un weekend a Moliterno

Questo interessante borgo fa parte del Parco Nazionale Appennino Lucano 
ed è iscritto all'associazione borghi autentici d’Italia.
Moliterno mantiene la struttura dell’impianto medievale ed è arroccato intorno al castello medievale 

che domina la vallata sottostante.
L’importanza di questo borgo è dovuta ai sei musei che fanno parte a MAM, Musei Aiello Moliterno e sono:
Il Museo Palazzo Aiello 1786, 
vicino alla chiesa madre, che conserva una raccolta d’arte unica
che va dal paesaggio dei primi dell’ottocento all’informale post anni ’50.
Il Museo Casa Domenico Aiello
conserva i quadri dei pittori
dell’Ottocento Lucano.
Il Museo Via Rosario Contemporanea,
nel quartiere castello, ospita una collezione permanente
di arte contemporanea.
La Biblioteca
conserva una importante raccolta libri
dei scrittori lucani.
Nel Palazzo Aiello 1825, nel centro storico ci sono:
Il Museo del Novecento Lucano
conserva opere di grandi
e poco conosciuti artisti.
Il Museo della Ceramica del ‘900
conserva opere della Ceramica vietrese
del Novecento.
Da visitare la chiesa madre
di Santa Maria Assunta, il castello
Normanno, il museo civico
d'Arte Sacra.
L’area della Val D’Agri, in cui si trova il comune di Moliterno, è dotata di comprensori sciistici in grado di fornire ogni confort e divertimento agli appassionati di sport sulla neve.