domenica 30 agosto 2015

Un soggiorno ad Enna

Questa bella e interessante città 
è il capoluogo di provincia più alto d'Italia e si erige su di un altopiano triangolare del Monte Enna nella regione dei Monti Erei.
Per la sua posizione al centro dell'isola è 
detta anche ombelico della Sicilia.  
Durante il soggiorno ecco cosa vedere tra le tante bellezze che la città offre.
La Torre di Federico 
sorge sul versante opposto del monte rispetto al Castello di Lombardia.
Il castello di Lombardia è uno dei più vasti ed importanti
fra i castelli medioevali della Sicilia e fu ristrutturato da Federico III d’ Aragona che lo scelse a sua dimora.
La torre merlata chiamata “Pisana” o “delle Aquile”
è la più elevata e la meglio conservata delle torri del Castello, dal cui terrazzo si gode uno stupendo panorama. 
La Rocca di Cerere 
ci riporta alla mitologia latina che tramanda che Cerere, dea delle messi, abbia abitato le pendici di Enna e che donasse ai mortali il pane. 
Visitando la Rocca si troveranno alcuni ambienti rupestri e  vari ipogei scavati nella roccia.
I resti di Porta di Janniscuru, 
si innalzano su una rupe sulle ripidi pendici a sud-ovest, ai piedi della Chiesa dello Spirito Santo. E’ l’unica porta di ingesso alla città.
Il duomo fu eretto per volere della la regina Eleonora d’Aragona, 
è dedicato a Maria Santissima della Visitazione e nel 2008 
è stato dichiarato dall'Unesco “Monumento di pace”.
Il Museo Archeologico Regionale si trova a palazzo Varisano.
Lapide riapertura Museo Palazzo Varisano


Tra le sale è interessante quella dedicata all'archeologia a alla topografia antica di Enna preistorica, classica e medievale.  
Molto vicino ad Enna si trova il Lago di Pergusa 
Riserva Naturale Speciale ed è un’area protetta. Nella pineta del lago sono stati attrezzati ampi spazi verdi per pic-nic a contatto con la natura. 
Tra le varie manifestazioni c’è quella della Rassegna Reg.le di Pittura " Assoro Arte " fino al 31.08.2015 mentre nel mese di settembre si svolgerà il Concorso Internazionale di Musica " F.sco Paolo Neglia ". 



Nessun commento:

Posta un commento