venerdì 16 febbraio 2018

Una visita all’Antiquarium Turritano di Porto Torres


L’Antiquarium Turritano si trova nell'area archeologica
di Turris Libisonis
città romana  su cui fu poi costruita l’odierna Porto Torres. La colonia si sviluppava sul porto e lungo il tratto finale del Riu Mannu dove si trova un ponte
risalente agli inizi del I sec. dopo Cristo.
L’Antiquarium Turritano ospita numerosi
reperti archeologici, statue in marmo e mosaici
rinvenuti nell'adiacente sito della Colonia Iulia Turris Libisonis.
I materiali esposti risalgono prevalentemente al I-III secolo d. C.,
sono testimonianza dei rapporti con tutte le regioni del bacino mediterraneo centrale,
occidentale e dell’Egeo.
Nell’esposizione dei reperti si si trovano materiali di vita quotidiana
rinvenuti nelle terme, nelle tabernae ed altri edifici privati e nelle necropoli.
Dal piano superiore dell’Antiquarium si può ammirare il sito archeologico,
che conserva importanti resti dei quartieri urbani antichi della prima e media età imperiale (sec. I a. C. -  IV d.C.).
Da visitare anche le 
Terme Maetzke, le Terme
Pallottino e il Palazzo Re Barbaro
con i
mosaici.
Si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari e quant'altro concerne la visita.


giovedì 15 febbraio 2018

Una giornata al Museo del Bigallo di Firenze


L’edificio del museo fu la prima sede della Compagnia della Misericordia,
in seguito unitasi con quella del Bigallo, che si dedicava alla cura degli orfani oppure abbandonati, la sua costruzione risale tra il 1352 e il 1358.
La loggia, con affreschi  era usata per esporre al pubblico 
i fanciulli smarriti o abbandonati affinchè fossero rintracciati, riconosciuti o adottati.
Il museo riunisce le opere d'arte, già appartenute alla Compagnia del Bigallo, e tra le varie opere esposte queste sono alcune interessanti:
L’affresco Madonna della Misericordia,
scuola di Bernardo Daddi, è interessante anche per il  particolare
della veduta più antica di Firenze.

Il Crocifisso ligneo, ricorda l’arte bizantina, 
è  l‘opera più antica del museo.
Il piccolo e prezioso altare “da viaggio”,

con ante richiudibili, che è Trittico portatile.
La Madonna col Bambino e due Angeli
reggi candelabro.
E’ interessante sapere che il giorno 18 febbraio 2018 questo museo, come tutti i musei civici di Firenze, ha l’ingresso gratuito per la Commemorazione di Anna Maria Luisa dei Medici,
l’Elettrice Palatina per tanto si consiglia di informarsi in tempo per gli orari e per le prenotazioni.
Inoltre si terrà il corteo storico da piazza della Signoria che raggiungerà le Cappelle Medicce
Cappella dei Principi
statua bronzea dell'Elettrice Palatina

in San Lorenzo e a palazzo Pitti si terrà una speciale rievocazione storica dell'Elettrice Palatina.





mercoledì 14 febbraio 2018

Una gita a Cefalù per visitare il Duomo

Il Duomo di Cefalù edificato nel 1131 rappresenta una delle più grandiose testimonianze architettoniche, all’inizio fu costruito secondo lo stile architettonico romanico nordeuropeo e fu terminato tenendo conto dell’esigenza  dell’architettura islamica e condizionato dalle esigenze liturgiche bizantine.

Guardando l’esterno del duomo le alte torri, di origine normanna,  
sembrano racchiudere la facciata dandole l'aspetto di un castello; la sezione superiore della facciata è riccamente decorata
da due serie di arcate i cui archivolti sono scolpiti con motivi
Il visitatore attento e rispettoso del luogo sacro saprà ammirare ed apprezzare tutte le opere, di valore inestimabile, che il duomo voluto da Ruggero II d'Altavilla
racchiude in modo superbo.
Al suo interno 
si trova uno splendido ciclo di mosaici,
 le pareti con decori e statue
del presbiterio, i mosaici dell’abside furono eseguiti per volontà di Ruggero II.
Nel catino absidale domina la solenne e monumentale immagine di Cristo Pantocratore nell’atto di benedire,
mentre con la mano sinistra tiene aperto il Vangelo sul versetto 8,12 di Giovanni.
Diverse altre pregevoli opere d’arte come la quattrocentesca croce lignea
di Guglielmo da Pesaro abbelliscono e rendono prezioso l’interno .
Molto interessante è il chiostro
che rappresenta una delle più importanti testimonianze artistico scultoree di età normanna, il più antico chiostro
esistente in Sicilia del tipo a capitello binato, cioè uguale ed affiancato, su doppia colonnina.


martedì 13 febbraio 2018

Una gita al Museo delle Mura a Roma


Questo particolare museo si trova nella porta San Sebastiano, 
Via di Porta San Sebastiano,  una delle più grandi e meglio conservate delle mura Aureliane e nelle tre sezioni  antica, medievale e moderna si può ripercorre la storia delle fortificazioni della città, quelle di età regia e repubblicana e quelle di Aureliano del III sec. d.C.
Una passeggiata nell’interno
delle Mura attraversando arcate coperte
è come fare un viaggio a ritroso nel tempo vedendo la stratificazione e la trasformazione delle mura di difesa di Roma.
Salendo sul camminamento, la parte più alta,
si potrà ammirare anche il panorama della città.
Nelle sette sale ci cono pannelli didattici con testi, disegni a colori e fotografie che permettono di approfondire la conoscenza di tutti i reperti esposti.
Durante il percorso tra le tantissime esposizioni ecco cosa vedere:
Le ricostruzioni  delle armi dei romani  
dalla fine del I secolo d.C. al IV d.C.
Il modellino
delle Mura Aureliane, modelli vari
che ricostruiscono le mura
e al centro si trova la pianta di Roma che mostra tutto il circuito delle mura.
I pannelli con le varie fasi architettoniche
della Porta San Sebastiano ma anche quello
con la Piramide Cestio.
Nella seconda sala si trova un mosaico, risalente agli anni quaranta,
in bianco e nero che raffigura un soldato, un condottiero a cavallo attorniato da soldati, ai lati elmi e armi.
Si consiglia di informarsi in tempo per i giorni, gli orari e quanto concerne la visita al Museo delle Mura di Roma. 




lunedì 12 febbraio 2018

Un tour per vedere le montagne più belle d’Italia

Le montagne in Italia costituiscono una suggestiva caratteristica panoramica sia d'estate che d'inverno, con iboschi,  laghi alpini e  borghi che, con le loro tradizioni, storia e prodotti gastronomici, diventano interessanti mete turistiche.

Ecco dove andare almeno una volta: 
Il Colle del Nivolet 

è un valico alpino situato nelle Alpi Graie a 2612 metri di altezza ed è collegato, attraverso una strada lunga 18 chilometri,

a Ceresole Reale piccolo borgo in provincia di Torino.

Il Gran Sasso o Gran Sasso d'Italia 

fa parte del gruppo montuoso dell'Appennino Centrale
il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga racchiude il gruppo
del Gran Sasso, quello della Laga e i Monti Gemelli.
La Thuile 
si trova all'estremo ovest
della Val d'Aosta ed è una delle migliori località sciistiche
delle Alpi occidentali.
Cortina d'Ampezzo 

è soprannominata la "Regina delle Dolomiti" ed è una località turistica
invernale ed
estiva.
Madonna di Campiglio

è una frazione del comune di Pinzolo
ed è conosciuta per le piste e per gli impianti
di risalita.